settimana #5

Lampedusa Gemona ruota di scorta

“L’unico vero viaggio verso la scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere occhi nuovi”.

Questo aforisma di Marcel Proust ci consente di aprire le porte al tema che viene e offerto questa settimana dal tragitto di accompagnamento a Mila, ovvero “il viaggio”.

Il viaggio, immagine tra le più indagate e rappresentate nel campo della letteratura, del cinema e delle arti in genere, in grado di evocare una molteplicità di significati ed suggestioni; il viaggio, inteso non solo come spostamento da un luogo fisico ad un altro ma anche come metafora del percorso interiore di crescita e cambiamento; il viaggio, di cui sono certi provenienza, momento e punto di partenza ma il cui orizzonte non sempre è limpido, pur rimanendo tuttavia definibile ed in

Come ormai d’abitudine, ogni articolazione del Servizio ne ha approfondito un aspetto particolare.

Presso il Centro di Salute mentale di Arco questa settimana, durante il brainstorming del gruppo “momenti insidividuabile.eme” è emersa la metafora del  case-manager quale compagno di viaggio.

La figura del case-manager è stata introdotta da alcuni anni nel nostro servizio e attualmente ha una identità definita ed un ruolo molto importante come si evince dalla seguente sintetica ma significativa affermazione  di un utente: “ il rapporto con il case manager è utile per percorrere con maggior sicurezza la strada della vita”.

Nel  Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura, riflettendo sul tema del viaggio, sono emersi i seguenti pensieri:

  • Il viaggiatore spesso è costretto a confrontarsi con il “diverso” arricchendo la propria esperienza;
  • il desiderio di conoscere luoghi nuovi e di fare delle scoperte è uno dei motivi più forti che spinge l’uomo a viaggiare;
  • Il viaggio non comporta necessariamente uno spostamento da un luogo ad un altro; si può intendere viaggio anche quello fatto con la fantasia;
  • viaggiare da soli è più impegnativo e faticoso. È più piacevole viaggiare in compagnia di altre persone.

La Comunità Villa Ischia questa settimana ha scelto di raccontare due attività: il gruppo scrittura e l’accudimento degli animali. Lo fa utilizzando ancora una volta lo strumento della lettera:

Cara Mila,

questa settimana vorremmo parlarti di due attività che svolgiamo in Comunità: il gruppo scrittura e l’accudimento degli animali.

La prima ci consente di raccontare le nostre esperienze di vita ed i nostri vissuti ed, anche, di viaggiare con la fantasia scrivendo. Alcuni di noi fanno fatica, altri meno ma ciascuno si libera ogni volta di un piccolo o grande peso. In ogni caso è un’opportunità che dà sempre modo di confrontarci ed il lavoro che ne risulta può essere anche gratificante.

L’altra attività che vogliamo descriverti riguarda la cura e l’accudimento dei nostri animali. Prenderci cura di loro ci aiuta in qualche modo a prenderci cura di noi stessi: per questo ogni volta è come intraprendere una sorta di “viaggio terapeutico” in loro compagnia.

Dal giorno della tua visita, la nostra “piccola fattoria” ha visto crescere il numero dei suoi ospiti: accanto ai due asini e alle tre capre, ora c’è un gran numero di galli e galline.

Ora ti salutiamo e ti auguriamo buon proseguimento per il tuo viaggio.

 

Questa settimana il Centro di Salute Mentale di Tione ci racconta del viaggio inteso come apertura e coinvolgimento della cittadinanza attraverso l’organizzazione di feste e momenti conviviali.

Da quando è nato il Centro Diurno, e cioè nel lontano 2001, il Centro di Salute Mentale di Tione organizza due importanti momenti di festa che si svolgono nel periodo natalizio e in estate. Durante queste feste si incontrano le famiglie, i Servizi e la cittadinanza. Le feste sono organizzate soprattutto dagli utenti che si impegnano sia nella preparazione del menù che negli allestimenti. La prossima festa d’estate sarà il 20  nella piazza centrale di Tione. Perché in piazza? Perché così chi vuole può avvicinarsi, curiosare, conoscere il Servizio e in qualche modo ridurre le distanze che spesso ci sono nei confronti della malattia. Sarà davvero un occasione importante, un cambiamento di rotta … un viaggio per sensibilizzare le persone nei confronti della malattia mentale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *