Settimana #2

ruota di scorta

Il Servizio di Salute Mentale Alto Garda e Giudicarie, nella seconda tappa di questo viaggio, ha affrontato la tematica del “Corpo In Movimento” inteso nelle sue diverse sfaccettature: ogni articolazione del Servizio ne ha approfondito un aspetto.

Il Centro di Salute Mentale di Arco ha scelto di raccontare due esperienze che si rifanno alle parole chiave “sport e movimento” e “stili di vita”.

La prima riguarda il torneo di calcetto che si è giocato nel Settembre dello scorso anno: l’idea è nata nel corso dell’incontro Sviluppiamo Empowerment Insieme Alto Garda e Ledro che si tiene con cadenza mensile presso il Centro di Salute Mentale di Arco ed ha coinvolto, oltre al Centro stesso, anche il Centro Salute Mentale – Centro Diurno di Tione e la Comunità Terapeutico-Riabilitativa Villa Ischia.

La seconda nasce dalla collaborazione con il Servizio di Alcologia ed il Servizio alla Promozione della Salute: gli operatori e gli utenti del Centro Salute Mentale si sono dati disponibili a divulgare il materiale, a supportare i contenuti delle brochure che invitano i cittadini a fare attenzione ad alcune situazioni che possono compromettere la salute e a sviluppare comportamenti ed abitudini nuovi e più sani in vista di un maggiore benessere globale.

Il Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura dedica due spazi quotidiani allo svolgimento di attività motoria che per il momento prevedono facili camminate. La prospettiva, comunque, è quella di sviluppare ulteriormente la proposta e di includervi anche stretching ed attività più lente come il Tai Chi, coinvolgendo, all’occorrenza, eventuali figure esterne.

Anche questa settimana la Comunità Villa Ischia mantiene il suo filo diretto con il viaggio di Mila indirizzandole una lettera nella quale descrive l’esperienza del gruppo “Verso la Meta”:

Ciao Mila, 

speriamo che il tuo viaggio sia iniziato bene. Con la bella stagione anche noi, come ogni anno, abbiamo iniziato le nostre gite, non in bicicletta come te ma a piedi. Con il gruppo “Verso la Meta”, insieme ad altri utenti del Centro di Salute Mentale di Arco e dell’Appartamento Protetto di Bolognano, organizziamo delle escursioni per esplorare il nostro territorio. A sabati alterni ci incontriamo per organizzare la gita del fine settimana successivo, scegliendo la meta e dividendoci i vari compiti, come per esempio la preparazione del pranzo al sacco. E’ sempre un’emozione passeggiare nella natura in compagnia e scoprire luoghi nuovi. Speriamo che anche tu possa emozionarti alla scoperta di nuovi paesaggi e incontri.”


Rispetto alla tematica del “Corpo In Movimento”, la Comunità ha inoltre ritenuto importante raccontare l’iniziativa nata tre anni fa dalla collaborazione di operatori e utenti del Servizio con la Società Alpinisti Tridentini di Arco. L’obiettivo raggiunto è stato duplice e di notevole importanza: da un lato ha consentito a persone affette da handicap fisico e cecità di vivere pienamente la montagna e sperimentare una certa forma di autonomia; dall’altro ha provato a rendere consapevoli gli utenti che il disagio mentale non impedisce di instaurare una relazione di aiuto e sostegno a favore di chi è disabile, cieco o comunque in situazioni di bisogno.

Da qualche anno al Centro Diurno di Tione si sta portando avanti il progetto di attività sportiva grazie alla collaborazione di una volontaria esperta che settimanalmente conduce un gruppo strutturato. Di seguito vengono riportate le testimonianze e le impressioni di alcuni partecipanti:

Da diversi anni il Centro Diurno svolge l’attività motoria con la presenza di una insegnante volontaria di nome Giulia. Con lei abbiamo appreso nuovi esercizi, abbiamo imparato a conoscere meglio il nostro corpo e i nostri limiti quando ci sottoponiamo ad uno sforzo fisico.”


“Un volontario è una porta aperta sul mondo e ci trasmette il proprio sapere con l’unico fine di aiutare gli altri. L’attività fisica favorisce il pensiero positivo.”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *