biciterapia

"percorreremo assieme le vie che portano all'essenza" Franco Battiato

wow!

Wow e ri-wow, che giornata!

Son partita serena ed arrivata serena e soddisfatta. Adesso son stanchettta in verità, ma credo sia abbastanza normale dopo…120 km!

La bici…. fantastica! Ma ne scriverò in altro post…

ho attraversato 4 provincie e due regioni. Adesso mi trovo a Mestre, in verità però  sono andata pedalando fino a Roncade. Lì ho trovato un terrorista che mi ha messo una paura terribile circa l’ora e il giorno di estremo traffico e il rischio reale di “esser presa sotto”, come l’altra settimana tre ragazzi. Brrr.

Oggi mi ha accompagnato Augusto, mio marito, avevo voglia di salutarlo da sola, nel nostro amato camper. Così mi ha raggiunto appunto a roncade. Senza esitazioni, abbiamo caricato la bici  e siamo venuti a Mestre col camper. Mi sono accorciata 20 km, forse meno, ma per una ottima ragione.

Le strade qui sono molto strette e frequentate da tantissimi camion. I limiti sono quasi tutti a 70 all’ora, quindi, tutti corrono. Più volte oggi sono stata sfiorata. Una volta la ruota di un camion mi è passata così vicino che ho pensato mi avrebbe fatto cadere, ma non è successo niente. Ho percorso 120 km bellissimi. Ho avuto tempo nuvoloso, pioggerellina ed anche sole. Una dispettosa “bavisela” (vento leggero in triestino) sempre contraria. Voleva temprarmi.

Sulle strade è una ecatombe: ho salutato due grosse pantegane, quattro uccelli, due ricci, due gatti, due cuccioli di lepre. Tutti morti schiacciati.

Sullla strada anch’io ho contribuito alla uccisione di qualche animaletto: mi son mangiata una decina di moscerini, alcuni dei quali con un sapore per niente buono. Dicono che saranno gli insetti  il cibo del futuro: ho solo anticipato i tempi. Ma….sono vegetariana, questo è il problema!!!!

ho incontrato persone che mi hanno riconosciuto perchè vista sui giornali. Chi mi ha pagato l’acque, chi, come questa sera si è offerto di caricarmi le batterie della bici, gratuitamente. Bello. Nessun no, nessun muso.

A pordenone sono passata a salutare due amici, gabriele e vincenzo di Vivoverde. Due tra i più importanti Land-artisti d’Europa: per credere venite a visitare l’HUMUS PARK  (http://www.humuspark.it/).

sono uscita dal loro negozio piena di regali.

Domani saluterò Augusto e sarò sola. SArò sola…. no, non credo. Sono piena zeppa di gratitudine per quello che ho ricevuto ieri sera dalla mia famiglia, dalla mia associazione e da  tanti amici, al brindisi di partenza e sono piena di belle sensazioni. Per adesso va così….

IMG_4172IMG_4165IMG_4135

 

 

Previous

Ho conosciuto un uomo…

Next

La pianura è un mare

1 Comment

  1. Simona

    Stupenda tu e il racconto!

Lascia un commento

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

css.php