biciterapia

"percorreremo assieme le vie che portano all'essenza" Franco Battiato

Amen

Ieri ho riascoltato una canzone che mi piace di Francesco Gabbani, la canzone ripete molte volte “amen” e io l’ho canticchiata ad altissima voce mentre rientravo a casa.

Ieri è stata una giornata “amen” per me. Da cancellare o da prendere come viene accettandola, ma dimenticandomi praticamente quasi tutto ciò che si è detto. Se non fosse per l’incontro con una persona nuova, Ubaldo dell’associazione Sweet Team fvg  (mi ha fornito il sensore di rilevamento glicemico che la ditta produttrice non aveva voluto fornire al ricercatore che mi seguirà), che insieme al dott. Candido si è distinto per simpatia e professionalità, a parte questo tutto il resto da dimenticare. Era troppo.

Il problema è che proprio che io dimentico. E le troppe cose dette ieri le ho dimenticate quasi tutte. Ho avuto mille contatti con persone che avevano le loro esigenze, alle volte anche molto pressanti e non consideravano minimamente la mia posizione di difficoltà a contenere tutto. Ognuno ha una sua preciso problema e vuole che io mi applichi a rispondere.

Adesso, amata gente,  ho bisogno di concentrarmi, scrivere, riflettere, stare con la mia famiglia.

Mentre lo pensavo, ho deciso una cosa fondamentale: non passerò il mio viaggio a registrare dati medici complicati. Non lo farò. Quelli relativi al diabete si, mi interessano, perchè vorrei al contempo dimostrare ancora una volta che muoversi può cambiare la condizione e la bici assistita può essere il mezzo per “riabilitarsi ” all’attività sportiva in modo dolce, etico e divertente. Ma tutto il resto…

E dunque …amen. Così sia, sia fatta la mia volontà.

Ora silenzio. Tutto finalmente sta per iniziare.

silenzio 2

 

Previous

Social-brindisi

Next

Ho conosciuto un uomo…

1 Comment

  1. Mery

    Cara Mila ora è il tuo momento. Possa questa esperienza portarti meravigliose esperienze. Un caro abbraccio. Mery

Lascia un commento

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

css.php